Alcuni errori da non commettere su Instagram - Studio Spot Blog
Instagram è un social network dall'incredibile successo, che in meno di 10 anni è arrivato a superare la quota di 700 milioni di utenti attivi. Come essere efficaci su questo social network? Vi indichiamo 10 errori da non commettere!
errori, Instagram, spiegazione
15592
post-template-default,single,single-post,postid-15592,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-12.0.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Alcuni errori da non commettere su Instagram

Instagram

Alcuni errori da non commettere su Instagram

Instagram è un social network dall’incredibile successo, che in meno di 10 anni è arrivato a superare la quota di 700 milioni di utenti attivi. Ultimamente, ha contribuito anche al “calo” degli utenti di Facebook (negli USA sono scesi di quasi un milione di unità). Questi, infatti, trascorrono sempre meno ore al giorno sul social network lanciato da Zuckerberg. È evidente, quindi, che Instagram non è solo il bacino che coinvolge maggiormente le figure degli influencer (l’utilizzo di pratiche di influencer marketing, tra l’altro, è in netta crescita in questo 2018), ma risulta essere una delle piattaforme più vantaggiose per le aziende sotto tutti gli aspetti, dove una realtà può condividere sotto forma di immagini l’anima della sua attività.

Tuttavia, come per ogni altro strumento di comunicazione, anche Instagram va utilizzato nel modo corretto per ottenere successo con il proprio marchio. Come rendere efficace la presenza su questo social network?

Gli errori sono dietro l’angolo, però, e potrebbero implicare esiti negativi per tutta la propria strategia di comunicazione.

 

Di seguito, quindi, una lista di cose da non fare su Instagram.

  1. Comprare i follower. È una scorciatoia, e come quasi tutte le scorciatoie non è una buona idea. L’acquisto di follower per accrescere il pubblico, infatti, porta al problema della qualità delle persone che ci seguiranno: i profili falsi o fuori target che metteranno il follow al proprio profilo non interagiranno con la nostra realtà, oltre al fatto che potrebbero minacciare la propria brand image. Inoltre, un account con 10k follower con poco più di 100 like per post è una grande incoerenza che fa scappare gli utenti, quelli veri.
  2. Abusare o non utilizzare “con le pinze” i bot. Anche sull’utilizzo dei bot c’è da stare attenti: potrebbero aiutare a generare organico in un primo periodo, ma se non sono tarati con i giusti parametri e non vengono accompagnati da un’adeguata strategia di pubblicazione e una frequente attività del brand diventano anch’essi un errore da evitare. Cosa fare, dunque? Condividere contenuti di qualità, che coinvolgano il proprio pubblico!
  3. Ignorare i dati. Prestare attenzione ai numeri, infatti, è ciò che bisogna fare quotidianamente anche su Instagram. Solo così, infatti, si può comprendere quali contenuti, hashtag e didascalie ottengono il più alto tasso di engagement. Non considerare i dati, infatti, sarebbe un grande errore per il proprio profilo.
  4. Promuovere in modo eccessivo. Troppe promozioni porteranno a follower che perdono interesse. Se il proprio piano editoriale, infatti, è composto solo da immagini dei propri prodotti, loghi o offerte speciali, e non anche da contenuti in grado di rendere protagonisti i valori del proprio marchio, non si otterrà l’effetto desiderato e si rischia di non far trasparire l’anima del brand.
  5. Usare male gli hashtag. Utilizzarne troppi, troppo infrequentemente, o utilizzarne di irrilevanti rispetto ai propri contenuti sono tutti errori da evitare. È scorretto, però, anche pubblicare contenuti di qualità senza hashtag, dato che sono uno strumento in grado di coinvolgere molto gli utenti!
  6. Non modificare le foto. I filtri di Instagram sono stati uno dei principali motivi di successo per questo social network, non sfruttarli e non editare le proprie immagini sarebbe un’occasione persa. Modificare luci, ombre, colori, riflessi e/o applicare dei filtri, quindi, è un’opportunità da sfruttare per rendere più accattivanti i propri contenuti. È bene, però, non esagerare, altrimenti si rischia l’effetto opposto.
  7. Dimenticarsi delle didascalie. Certo, Instagram è il social delle foto. Questo, però, non vuol dire che non bisogna dare attenzione ai testi. Per coinvolgere il maggior numero di persone, infatti, è bene utilizzare didascalie scritte bene, accattivanti, che suscitino in chi la legge emozioni positive.
  8. Non utilizzare gli annunci. Le campagne pubblicitarie di Instagram sono integrate con quelle di Facebook, e spesso generano molte più interazioni rispetto al social di Zuckerberg. Se utilizzare troppo le promozioni potrebbe essere un errore, non usufruirne risulterebbe un’azione ancora peggiore. Sperimentando e trovando le modalità che meglio si adattano al proprio marchio, quindi, si otterrà grandi risultati.
  9. Non interagire con i propri follower. Su Instagram sono più importanti che mai le attività di community management. Non rispondere ai commenti, non “ricambiare” alcuni like o non interagire con chi segue il proprio profilo, infatti, potrebbero danneggiare la propria immagine e  rendere vana la propria attività su questo social network.
  10. Non utilizzare le Instagram Stories. Le Stories, inserite nel 2016, sono una grande opportunità per condividere alcune particolari tipologie di contenuti, ricordando che durano solo 24 ore. Perché non sfruttarle?

Se siete impauriti da questi errori e non sapete come fare per rendere efficaci i vostri profili Instagram non abbiate paura, ci siamo noi. Per qualche consiglio o anche solo una piccola chiacchierata sull’argomento, contattateci!

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.